25:Chievo-Genoa

Su chievo-genoa meglio glissare

Autore: 
tidon grifo

Un colpo di testa di Kouame’ che salta bene in area e sfiora la trasversa e una fetecchia di Veloso ben smarcato dopo una bella discesa di Lazovic con sponda di Pandev.
Chievo-Genoa è tutto qua, inutile aggiungere altro.
Le squadre hanno offerto uno spettacolo penoso e privo di calcio, forse c’è stata qualche emozione negli ultimi dieci minuti.
Un Chievo già retrocesso che spegne l’era dei pandori d’oro, della squadra rivelazione del quartiere simpatico etc, che sconta anche una penalizzazione per aver pompato delle false plusvalenze in bilancio.
E un Genoa che dopo il calciomercato del re del mercato si mostra una squadra da mercato rionale.
Il trittico di centrocampo Radovanovic Rolon Lerager, anzi mettiamoci anche Bessa, è a livello Frosinone.
Quando dobbiamo sperare in una svolta entrano Veloso e Lazovic.
Il serbo fa cose pregevoli o quantomeno pericolose una volta ogni tre mesi e Veloso basta dire che eravamo tutti contenti quando pensavamo andasse negli emirati arabi.
Zukanovic potrebbe giocare nell'Ascoli, Romero e Kouamè sono già venduti, uno dei nostri acquisti più costosi della storia, Sturaro,  non gioca.
Cosa aggiungere d’altro?
Criscito il capitano aveva fatto dichiarazioni bellicose di rimonta ma invece galleggiamo nel limbo, nel limbo degli sbadigli e del non-senso.
Ci colleghiamo alle partite del Milan per vedere i gol a raffica di Piontek e poi ce lo immaginiamo che verrà presentato anche a Milano Moda accompagnato da un giubilante Preziosi.
Cosa dire, cosa attendersi dal campionato?
Nulla direi, si può anche disdire la pay-tv, pare che sia più facile, Del Piero in pubblicità dice che non dovrebbe essere complicato.
Potremmo seguire le squadre locali se ognuno vivesse in piccoli borghi, si direi che forse sarebbe meglio.
E Prandelli, il povero Prandelli?
E’ strano che sia finito all’ombra di Preziosi, forse è il punto più basso della sua carriera
Preziosi ultimamente ha aggredito il giornalista di una televisione locale, televisioni locali che peraltro l’hanno sempre incensato, ecco potremmo seguire quest’orgia di violenza e derisione del presidente, sperando che i fatti di cronaca si moltiplichino e siano anche aggressioni bilaterali.
Scusate ma non so dire altro

Calcio champagne

Autore: 
GiRRed

Risultati immagini per calcio champagne

 

Radu 6.5: deve fare molto poco ma quel molto poco lo fa con ordine e disciplina. Anche le uscite, notoriamente tallone d'Achille, positive.

Zukanovic 5.5: deve fare molto poco ma quel molto poco lo fa sempre in affanno e con molte sbavature. Continuo a reputare inspiegabile che giochi titolare inamovibile.

Romero 6:  anche lui impegnato poco, perde una palla sanguinosa che costa il giallo a Lerager

Biraschi 5.5: finalmente una partita convincente da terzino, alla fine regala una punizione pericolosissima al Chievo.

Criscito 6: nel torpore generale uno dei pochi che fa qualcosina di sensato

Rolon 5,5: un discreto primo tempo poi nel secondo tempo sparisce dal campo. Sempre ovviamente nel tedio e nella medicrità generale.

Lerager 5: il giallo probabilmente lo condiziona, sostituito per primo, partita davvero incolore

Radovanovic 5: il grande ex non incide, un centrocampo imbottito di interditori contro una squadra che non palleggia è solo un martirio per le gonadi

Bessa 4.5: nella partita con la Lazio, assieme a Pandev, era stato il match winner, spaccando la partita e contribuendo alla vittoria. Oggi completamente impalpabile. Inspiegabile che sia rimasto in campo tutta la partita.

Kouame 6: l'unica occasione da goal capita sulla sua testa da calcio d'angolo, per il resto anche lui perso nella mediocrità generale

Sanabria 5.5: un paio di spunti interessanti, ma viene servito pochissimo e malissimo, sempre con pallacce dalla difesa. 

Lazovic 5.5: un bignami del suo repertorio, discese dirompenti in uno contro uno e alcune palle perse in modo insiensato. Alla fine avrebbe la palla del KO ma l'assist per Bessa è corto.

Pandev 5.5: prova a fare qualcosa, ma non è di certo una partita in cui far vedere le sue qualità.

Veloso 5: entra perché Rolon era sparito dal campo. Nessuno si è accorto della differenza.

Prandelli 5.5: prova a dare continuità alla formazione e certezze alla squadra, ma questa volta la ricetta anti-Lazio non fa venire la pietanza. In ogni caso quinto risultato utile consecutivo, un ulteriore punto messo fra noi e la terz'ultima, la quota salvezza (quest'anno 34-35) ormai a portata.  Certo oggi una delle partite più brutte che si ricordino da anni.