Re:Re:Bologna 1 - Genoa 1

Perinetti al Genoa è come Conte al Governo, non conta una minchia e quello che dice vale meno di zero, può essere smentito in ogni momento da decisioni in senso contrario prese dall'azionista.
Tutte le volte che Preziosi ha detto che avrebbe fatto un passo indietro lasciando la gestione a dei manager si è poi smentito una frazione di secondo dopo.
La gestione del Genoa è padronale, tipo le masserie di metà ottocento. C'è il padrone e poi ci sono tutti gli altri.
Una gestione manageriale prevederebbe chiarezza di obbiettivi, di mezzi e di proposte, cosa che fa a pugni con le cene a Forte dei Marmi con gli amici del panino e coi soldi spesi a vanvera col Lugano o col Chiasso.
Qui a Genova abbiamo avuto degli imprenditori digiuni di calcio che hanno preso il manager migliore sul mercato (non a caso poi è finito a costruire la Juventus che domina da 10 anni incontrastata) e gli hanno lasciato le chiavi della macchina dicendo: fai tu.
Li ha presi praticamente in C1 (salvandoli con qualche telefonata le ultime giornate) e li ha lasciati ai preliminari di Champions.
Questo purtroppo da noi non succederà mai. Troppi intrallazzi e troppe mani in pasta, troppo forte la tentazione di fare giochini di potere con questo e quel presidente.
Ogni volta che sembra arrivata una svolta e un bivio in cui fare un colpo d'ali e affrancarsi da questa melma, viene buttato tutto per aria, scientemente, così si possono far ripartire rivoluzioni e mercato compulsivo, plusvalenze e premi di valoirzzazione a degli sconosciuti del Lugano.
 

Risposta al post di Enzo65 scritto il 13/02/2019 - 13:59
Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto