Re:Re:Bologna 1 - Genoa 1

Prandelli, Ballardini e Juric sono accomunati da una caratteristica: ricorrere poco o niente ai cambi.
Ieri era secondo me evidente che nella ripresa fosse necessario cambiare qualcosa.
Sia Veloso che Sanabria erano in evidente difficoltà e nel momento in cui il Bologna ha alzato di molto il suo baricentro poteva aver senso, oltre a Bessa che essendo acciaccato non aveva molti minuti cercare di ricorrere alla panchina per mettere forze fresche in avanti.
Io per esempio avrei provato a mettere Pandev dietro Kouamé al posto di Sanabria, anche se il macedone non è uomo da partita in corso.
IMHO la scelta di ricorrere poco ai cambi è dovuta, essenzialmente, all'impossibilità di ricorrere alla rosa con tutta la sua ampiezza.
Se tu hai un nocciolo di giocatori che si conoscono in cui sostituisci pochi tasselli, diventa facile e anche "sopportabile" per la squadra inserire un giocatore che conosce poco i meccanismi di gioco.
Se al contrario hai grossi problemi di conoscenza degli uomini, da una parte sfrutti anche le partite per migliorare la conoscenza tra i vari compagni di squadra, dall'altra fai le sostituzioni solo quando sono strettamente necessarie.
Il che comporta, spesso, che giocando con squadre che han biogno di punti, invece di provare a mettere in difficoltà ti chiudi nel fortino e speri di resistere.
Non penso sia un caso il Genoa abbia finito le 2 trasferte del 2019 con Pereira e Pezzella esterni di centrocampo.
Io auguro a Prandelli di finire il campionato molto bene e poi di trovare opportunità di rilancio lontano da qui, non fosse altro che quest'estate a Neustif troverà meno della metà dei componenti di questa rosa.

Risposta al post di zeus65 scritto il 10/02/2019 - 22:10
Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto