DOCTOR JECKILL E MISTER HIDE

Autore: 
edoardo

Se hai la sorte di nascere nello splendore dell'Impero Asburgico e di chiamarti Leopold von Sacher-Masoch, non ti è possibile avere un destino ordinario.

Puoi dedicarti alla pasticceria e inventare una torta al cioccolato attraversata da uno strato di confettura di albicocche, per esempio.

Oppure puoi sposare una donna di nome Wanda, venerarla (in pelliccia), farti da lei umiliare e inventare il masochismo.

Leopold, che scelse la seconda opzione, dovrebbe essere l'idolo e l'emblema di tutti i genoani, ma soprattutto dei "veri genoani".

Infatti, se la sofferenza è insita nel DNA di tutti coloro che tifano per il Grifone, essa raggiunge livelli patologici impensabili in chi soffre, oltre che per amore del Genoa, ancor di più per amore di Preziosi.

 

A Bologna il Genoa ha provato a farsi del male. L’emblema del masochismo rossoblù è stato il solito Radu, che sta sempre coi piedi piantati sulla linea di porta, quindi è bastato un ridicolo pallonetto in verticale per mandare in gol addirittura Destro. Diciamo subito che, se hai la fortuna di ritrovarti contro il figlio di papà Mattia, anziché Santander, e becchi gol da lui, ci devi mettere del tuo. Poi il Mister Hide Radu si trasforma in doctor Jeckill e dopo un’altra lettura da brividi su un lancio verticale, fa un paio di parate notevoli e nel finale si fa valere anche sulle palle alte, sia pur sempre sulla linea di porta.

 

Autolesionismo a parte, il Genoa ha disputato una buona partita. Ha cominciato male, come contro il Sassuolo, poi ha saputo conquistare il pareggio con un colpo di testa di Lerager, al termine di una serie di occasioni concluse dallo stesso Lerager (di piattone) e per due volte da Sanabria.

 

Nel secondo tempo c’è stato equilibrio e il Genoa si è reso pericoloso con tiri di Criscito e Veloso e con un colpo di testa di Kouamé. Nel finale pressione bolognese e Grifoni arroccati in area. Grandi mischie, serie di calci d’angolo a sfavore, con i nostri i apnea che non la prendevano mai, ma alla fine è arrivato il fischio liberatorio di Rocchi.

 

Va detto che la pressione del Bologna ha paradossalmente favorito i nostri due centrali di difesa, obbligandoli a stringersi e a fare a sportellate. Fin quando si giocava a calcio Günter e Zukanovic si sono rivelati disastrosi, ma anche questa carenza è ascrivibile al masochismo di Preziosi, che non ha saputo o voluto acquistare un centrale decente dopo la partenza di Spolli e Lisandro Lopez. Se manca Romero, siamo in braghe di tela. Tenendo anche conto che Biraschi si danna ma lascia regolarmente due o tre buchi clamorosi di piazzamento per tempo.

 

All’ultimo minuto è mancato Rolon e Prandelli ha schierato Veloso (presidente futuro?). Sul portoghese, mezzala sinistra al rallentatore, si è appoggiato molto il gioco nel primo tempo. Nel finale è stato sostituito, forse tardivamente, da Bessa. Molto bene Kouamé, sempre bravo a sparigliare le carte avversarie con la sua mobilità. A me è piaciuto molto Lerager, bravo negli inserimenti e puntuale in copertura. Poi è calato nell’ultimo quarto d’ora. Ottimo Criscito, il cui rendimento è molto aumentato da quando si gioca con la difesa a 4, ma lo si sapeva.

 

Prandelli, oltre all’aziendalismo, mostra molto realismo. Disposizione equilibrata, giocatori al posto giusto, gestione di palla intelligente, compatibilmente con la qualità non eccelsa di alcuni giocatori. Grazie alla sua praticità il Genoa ha finalmente conquistato un punto in piu dei 12 fatti con Ballardini in 7 partite.

Insomma, Preziosi ha voluto farsi del male destabilizzando la guida tecnica senza motivo, ma la salvezza non sembra in pericolo.

La salvezza unico obiettivo. Tutto il resto è spazzatura.

Commenti

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo stile preferito per la visualizzazione dei commenti e clicca "Save settings" per attivarlo.

salve non sopporto Veloso ma,

salve
non sopporto Veloso ma, onestamente, devo riconoscere che da quando è uscito lui a centrocampo non l'abbiamo vista più
un saluto
éPiero e famiglia

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo stile preferito per la visualizzazione dei commenti e clicca "Save settings" per attivarlo.