Re:Delle due l'una...

Secondo me la seconda che hai detto.
Io penso che lo volesse esonerare già dopo la cinquina con l'Inter e la sconfitta con il Napoli, ma probabilmente gli è stato suggerito di dare un'ultima chance. La chance è arrivata col derby, giocato e bene e pareggiato immeritatamente. Dopo quel derby era ovviamente inesonerabile, salvo passare per pazzo completo, visto che già c'era passato quando ha mandato via Ballardini.
Il Toro è stata una partita sui generis, resta il dubbio che senza la follia di Romulo avremmo potuto non perdere, come minimo. A quel punto credo avesse già preallertato Prandelli, in caso di mancata vittoria con la SPAL il quale probabilmente gli ha detto che anche il Bologna si era mosso.
A questo punto, per evitare di restare bruciato e non avere un nome spendibile sulla piazza, vista la mala parata, ha anticipato l'esonero.
Il Genoa è una società gestita un modo padronale e non manageriale e lo è da sempre e non solo da quando c'è Preziosi.
Le scelte vengono fatte di pancia e tutto è affidato al caso più assoluto (basti pensare al turbine di dirigenti da Rosati a Lo Monaco a Pastorello che si sono succeduti).
Tempo fa, in una delle tante panzane che il 71 ci ha propinato, disse che avrebbe fatto il "paron" lasciando ad un manager capace la gestione della squadra, che sarebbe dovuta andare avanti in autofinanziamento.
Questa illusione è durate l'espace d'un matin, come dicono i francesi.
 

Risposta al post di Cantillon scritto il 07/12/2018 - 10:59
Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto