Re:Re:a volte ritornano

La realtà odierna è proprio quella da te indicata.
Non avere piu la forza di contestare ma solo di accettare senza alcuna pretesa; come fa un popolo con il suo Re; come diceva il Marchese del Grillo "io so io e voi non siete un..."
Ed è quello che poi, parlo personalmente, mi ha allontanato dal mondo Genoa, mia unica passione da quando avevo 7 anni.
Quello che non capisco è perche non tacere.
Se sono un gran donnaiolo è inutile che vado a raccontare a mia moglie che ho messo la testa posto e sarò monogamo, perche poi, una volta scoperto, sarà peggio; stesso discorso per l'imprenditore con le "mani bucate" che chiede sacrifici al suo personale e poi il sabato viene scoperto con la decapottabile nella piazzetta al mare con la bionda di turno quale saranno le loro reazioni alla sua vista?
Se hai ben chiaro il tuo modus operandi, taci; è inutile che vai a parlare in tv e giornali a raccontare che non ci saranno "stravolgimenti particolari" perche poi la gente si sente presa per i fondelli.
Noi siamo gli spettatori paganti di questo Giostra senza possibilità di poterne scendere ed è quello che più mi avvilisce.
Ogni anno è l'anno zero, ma la programmazione, vero successo per coloro come Noi che hanno pochi euro dove è?
Dove è il senso di appartenenza che avevamano in Signorini, in Torrente, in Gennarino sette polmoni, perchè devo sperare che un Milito o un Motta si infortuni o che Perin faccia delle papere per sperare di averlo un altro anno.
Scusate lo sfogo!
 
 
  
 
 

Risposta al post di zeus65 scritto il 10/07/2018 - 11:18
Accedi per partecipare alle discussioni sul muretto