Anche quest'anno non è successo

Autore: 
layos

Perin 6: sufficienza stiracchiata per Mattia, non in perfette condizioni fisiche. Non che abbia avuto da fare chissà cosa, ma 2-3 volte ha fatto delle sbavature in uscita non da lui. Per fortuna la serata un po' così gli è capitata contro Ricci e Trotta, che tirano in porta meno di noi.

Rossettini 6.5: ottimo, come tutta la difesa, il reparto che più si è giovato della cura Ballardini. Chi entra entra, erige un muro davanti a Perin e non si passa, non si segna. 

Spolli 6.5: un leone un baluardo invalicabile, stasera contro un cliente non facile, il gigantesco SImy che sfiora i due metri e nel gioco aereo è incontenibile

Zukanovic 6,5: partita ottima, in chiusura e decente in appoggio, anche nel secondo tempo in cui il pallino è stato in mano al Crotone non si è concesso nulla

Laxalt 5,5: non so se pensi già ai mondiali o al suo prossimo ingaggio, ma davvero è un giocatore irriconoscibile. La corsa e l'impegno sono quelli di sempre, ma non ne fa più una giusta nemmeno per sbaglio. Emblematico un destro in curva a metà primo tempo.

Hilijemark 7: lo svedesone cento polmoni corre fino al novantacinquestimo, chiama lo scatto in pieno recupero, e si concede anche qualche giocata di qualità, come l'assist sciupato da Bessa per il possibile 2-0

Bessa 6,5: cala vistosamente alla distanza, ma esce con la borsa del ghiaccio, forse un problema muscolare. Un goal che sigilla la salvezza, che gli vale mezzo punto più in pagella.

Bertolacci 6,5: molto meglio in contenimento che in impostazione, rischia di nuovo di fare la frittata come contro la Spal, perdendo una palla con la squadra sbilanciata in proiezione offensiva a beccare il contropiede che per nostra fortuna i pitagorici sprecano malamente.

Lazovic 5.5: parte bene, sembra in palla, ma poi come sempre inizia a sbagliucchiare qualcosa e poi si perde, è un giocatore con un potenziale incredibile, ma si fa eternamente attendere.

Medeiros 6: mezzo voto in più per l'assist vincente a Bessa e per un'altra giocata sopraffina a lanciare Hiljiemark. Per il resto nel primo tempo è molto dentro la partita ma si incapponisce col tiro da fuori con esiti poco edificanti, nel secondo tempo completamente eclissato dal gioco

Galabinov 5,5: non decisamente una grande serata. Va spesso fuori dall'area a cercare la palla per giocarla, ma non è li che serve un centravanti. Più volte i nostri esterni hanno alzato la testa per crossare e dentro l'area non c'era nessuno.

Cofie 7: la miglior partita che io mi ricordi di avergli visto fare. Entra in un momento in cui sembrava imminente il pareggio calabrese e rimette ordine e tranquillità in mezzo al campo, recupera una messe di palloni e sfiora anche il goal.

Pereira 5,5: dalla metà campo in su è un bel giocatore, piede educato, buona gamba, ma in fase difensiva è sempre troppo distante dall'uomo e finisce per prendere dei gialli da cattivo posizionamento.

Pandev ng: gioca pochi palloni e tutti piuttosto male, ma troppo pochi minuti, in una partita con un'inerzia non favorevole agli attaccanti, per meritarsi un'insufficienza

Ballardini 8: la miglior risposta a chi voleva un Genoa più spavaldo nel derby, anche contro un modestissimo Crotone è bastata un po' di garra nel secondo tempo per finire in apnea. Un ottimo primo tempo, forse il suo migliore da che è arrivato, bastano per sigillare con largo anticipo una salvezza che, quando è arrivato, sembrava lontanssima.

Irrati 7: ben coadiuvato dal VAR non sbaglia niente, valeva la pena sottolinearlo. Una partita non semplice, ancorché molto corretta, perché molto maschia e piena di contrasti e vigore fisico. Forse il miglior arbitraggio di quest'anno.