Piadina con la Coppa

Autore: 
layos

La coppa è un salume che mi piace molto e la bistecca di coppa uno dei tagli che preferisco quando mi devo fare una bella grigliata. Invece col Genoa la Coppa è sempre stata indigesta. Anche negli anni buoni, quando avevamo la squadra forte e le cose giravano bene, abbiamo sempre fatto prestazioni orrende e siamo usciti in modo ignobile contro squadre più scarse di noi.

Invece stasera un Genoa bis, schierato dal primo minuto con undici undicesimi diversi rispetto alla formazione "tipo" che abbiamo ammirato in campionato, ha sfoderato una partita molto gagliarda, meritando ampiamente il passaggio del turno contro un Crotone rimaneggiato ma con in campo alcuni dei suoi titolari.

Il Genoa parte con un 3-5-2 in cui si rivede la difesa di Juric di inizio anno, vale a dire Rossettini-Gentiletti-Biraschi. Difesa che ha dimostrato, con un modulo accorto, pur contro avversari modesti, di stare bene in campo concedendo di fatto in 90 minuti una sola nitida palla goal al Crotone grazie per altro ad un contropiede orchestrato magistralmente e malamente concluso dal giovane Crociata sul finale del tempo. Per il resto Lamanna resta sostanzialmente inoperoso fino al novantesimo, quando interviene un po' goffamente su un debole colpo di testa di Simy e un po' meglio su un tiro forte ma centrale di Tonev.

Per il resto la partita è stato un sostanziale monologo del Genoa, monologo al quale però è sempre mancato l'acuto, visto che i due attaccanti che hanno giocato per la maggior parte del tempo, Ricci e Centurion, pur non demeritando, non hanno quasi mai impensierito Festa, il vice Cordaz in campo per l'occasione. Ricci ha una discreta palla di testa nel primo tempo, con buona risposta del portiere, mentre l'unico tiro del Wachiturro arriva sul finire della sua partita, quando prova un goal "alla Insigne" ma il portiere avversario smanaccia in angolo.

Ottima comunque la prestazione complessiva della squadra, un centrocampo quadrato con Omenonga su tutti in grande condizione e autore di un'ottima partita, affiancato dal preciso e ben posizionato Cofie e dal quadrato Brlek, giocatore non appariscente ma quadrato e con pochi fronzoli e pochissimi errori.

Apprezzabile sugli esterni l'apporto di Migliore, autore del goal a inizio primo tempo, sugli sviulppi da calcio d'angolo con un sinistro secco sul primo palo (portiere rivedibile) e Lazovic, che sfodera accelerazioni sulla fascia ma non riesce mai a piazzare un assist decisivo o un tiro pericoloso. Uno a cui manca sempre un centesimo per fare un euro.

Il rischio di far giocare le seconde linee è quella di vedere in campo gente demotivata e che ormai ha la testa ad una prossima possibile destinazione di mercato, visto lo scarso minutaggio, invece i ragazzi di Ballardini si sono tutti impegnati molto per cercare di farsi notare dal nuovo mister ed essere compresi nelle sue scelte e nelle rotazioni.

Sicuramente da questa serata Omenonga, Migliore e Ricci potranno rivendicare minuti e mettere in difficoltà l'allenatore per quanto riguarda le scelte. Brlek, Lazovic e tutta la difesa hanno dato dimostrazione di poter essere chiamati alla bisogna e non sfigurare. Rivedibile Centurion, che non ha sbagliato niente, ha preso anche qualche fallo, ma da un giocatore di quelle caratteristiche e con quelle credenziali, ci si aspetta qualche giocata illuminante e qualche zampata decisiva, cose che ha mostrato di più Ricci che non il giovane argentino. Sul finale subentri per Lapadula (voglioso ma rivedibile), Rodriguez (dubito che potrebbe trovare un ingaggio in B) e il giovane Salcedo.

Una nota a margine per l'arbitro, vero che è bello l'arbitraggio all'inglese e lasciar giocare, ma credo che i calabresi stasera abbiano fatto 40 falli, 10 almeno dei quali avrebbero meritato cartellini. Forse raffreddare un po' i bollenti spiriti avrebbe potuto favorire un minimo il gioco. Ora mission impossible con la Juve agli ottavi, ma per l'amor di Dio, è un bel preoccuparsi. Speriamo di incocciarli in un periodo di incroci con le coppe europee, magari esce il colpaccio.

 

Pagelle

 

Lamanna 6,5: deve fare poco ma quel poco lo fa bene. Esce con coraggio su Crociata contribuendo al suo errore. Unica sbavatura una parata goffa su un debole colpo di testa di Simy

Rossettini 6: niente sbavature e palla calciata lontana quando subodora il minimo rischio. Lotta di testa con avversari tutti molto forti fisicamente ed alti come Tonev, Budimir e Simy, senza demeritare

Gentiletti 6: prova ogni tanto a giocare la palla e un paio di volte sbaglia in appoggio, ma complessivamente una buona partita

Biraschi 6.5: il migliore del terzetto, bene in copertura e bene anche quando si propone per attivare la "catena di destra" con Lazovic

Migliore 7: assieme ad Omenonga migliore in campo. Sbaglia un goal perché non si fida a portarla col destro nel primo tempo, scaglia una botta rabbiosa in porta nel secondo che ci regala il passaggio di turno. Grande temperamento.

Omenonga 7: vorrei vederlo in campo più spesso. Corsa, buona tecnica, grandi tempi di pressing e di inserimento, nonostante la giovane età un giocatore davvero interessante. Plusvalenza sicura

Brlek 6: gioca semplice e fa bene, quando esce dal campo il Genoa comunque perde equilibrio.

Cofie 6: preciso, puntuale, sempre un po' lento, ogni tanto dovrebbe provare la giocata verticale per rendere un po' più ficcante la sua regia, ma la giocata in più la sbaglia quasi sempre

Lazovic 6,5: tante belle giocate che si concludono quasi mai in qualcosa di concretamente efficace. Peccato. E' un giocatore perennemente inespresso

Ricci 6,5: qualche spunto ma, con quei piedi, tante troppe punizioni sprecate. Però se gioca così può tornare utile

Centurion 6: senza infamia e senza lode. E, per quello che doveva essere uno dei due fiori all'occhiello del mercato estivo, un po' pochino

Lapadula 6: si sbatte molto come sempre, ma si impappina sul più bello nell'unica palla che gli arriva. E lui dovrebbe di lavoro fare goal.

Rodrigues 5: non ne fa una giusta, Aristoteles lo ferma sistematicamente e gli va via da tutte le parti. Boh.

Salcedo n.g. qualche scampolo di partita, prende una buona punizione al limite ma fa anche un inutile colpo di tacco in ripartenza nei momenti di maggior pressione del Crotone sul finale

 

Ballardini 7: aveva promesso impegno e serietà e questo abbiamo avuto. E tutti i titolari a riposo per la fondamentale partita di lunedì sera contro un Verona passato nel derby ed in netta ripresa. Percorso netto, non si può chiedere di più.

 

 

Commenti

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo stile preferito per la visualizzazione dei commenti e clicca "Save settings" per attivarlo.

Concordo...

Direi che nel primo tempo, per un 25 minuti ho visto il miglior calcio espresso dal Genoa in questa stagione. Su tutti le prove di Omeonga e Migliore che gol a parte, ha dimostrato di saper tenere la fascia sinistra con padronanza ed efficacia.
Certo un centrocampo  cosi' era molto limitato alle giocate facili come idee ed inventiva, pero' e' stato mobile ed efficace ed in fondo non e' che Veloso e Bertolacci abbiano molto di piu' alla voce 'passaggi illuminanti". Sicuramente Cofie e Brleck hanno dimostrato di essere proponibili anche in campionato per subentrare o per poter sostituire i titolari in una partita, Omeonga gia' si sapeva.
Ricci e Centurion hanno giocato in un ruolo non loro e per un giocatore di fascia abituato a ricevere palla in liberta' con tempo e spazio a disposizione e poi puntare l'uomo in corsa non e' mai facile trovarsi nella situazione diametralmente opposta: ricevere palla da marcato, dfenderla, girarsi e poi cercare il dribbliing partendo da fermo.
Inoltre mi sono parsi troppo legati ad utlizzare il piede preferito per essere efficaci e rapidi negli spazi stretti della trequarti centrale. Pero' Centurion, per il tipo che e', mi sento di dire che o ci si crede e lo si mette in campo con continuita' e fiducia od altrimenti e' meglio sbolognarlo a Gennaio.
Gli altri, piu' o meno, hanno fatto quello che gia' gli avevamo visto fare nel bene e nel male.
Roriguez si e' palesato per dieci minuti ed al di la' di un paio di tocchi di prima mi e' parso parecchio inadeguto per questi livelli, ma dieci minuti, nel finale, per uno che credo non abbia nemmeno disputato un minuto nelle amichevoli estive e' troppo poco per farsi un'idea...
 

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo stile preferito per la visualizzazione dei commenti e clicca "Save settings" per attivarlo.