Ricominciamo da Zero

Autore: 
Ianna

Ricordate il gioco della Margherita?
"M'ama non m'ama,m'ama non m'ama"
Sfogliamo il Crisantemo Genoano da InterFlora e recitiamo insieme un verso del Rosario:
"Peggio la sconfitta con il Bologna o la mancata cessione del Genoa?"
Essendo orgogliosamente livoroso e non un lacchè Preziosiano,non c'è dubbio che si sarebbe preferito perdere anche 5 partite di fila,ma togliersi dalla scatole e definitivamente non il "piu grande Presidente del Dopoguerra",ma il piu Grande Bugiardo della Storia del Genoa.
La fotografia di questo Grifone targato 2017-18,che "non può retrocedere"a detta di chi lo ha costruito, è nel calcio d'angolo da cui nata la sconfitta,roba da Mai dire Gol:
Minuto 73:angolo sotto la Nord di Ricci,che appena poco prima da sei metri di piatto destro si divora il più facile dei gol, effettua un cross che non arriva all'aria piccola,ripartenza del Bologna,velo involontario del Predestinato,palla all'ex 35enne senza contratto a Giugno,Laxalt notoriamente piu giovane e veloce,si fa superare dall'argentino che indovina un esterno destro che perfora Perin in uscita.
Più che prendere un gol del genere in uno stadio da calcio, da parte di una squadra professionista da 13 milioni di stipendio a trimestre,la domanda è una altra:

Si può perdere contro un Bologna del genere,con sottilette Kraft,neofiti hockejsti svedesi e addirittura un nuovo Cr7 secondo la definizione di Claudione Sapientone?
Noi pensiamo di no,perchè non si può giocare a ritmo soporifero per una ora e destarsi solo a 20 dalla fine dopo aver preso un gol ridicolo.
Se poi si aggiunge l'immancabile Ruota della Sfortuna con due parate incredibii dell'odioso ex doriano con quella faccia da cazzotti,regalare ancora una volta Palladino all'inizio della gara,il quadro è completo quando l'aratro Galabinov che si trascina come se dovesse fare solchi di grano, spizzica la traversa,che avrebbe rimandato l'agonia e soltanto rimpinguato una classifica che ci vede solo avanti al Benevento,specchietto fedele di cosa siamo diventati e di cosa sia il livello del campionato italiano.
Ma chissà perchè,ad essere un poco realisti e un poco figli di buona donna,un vincitore c'è,uno che gode c'è,uno che ha(forse) la erezione solo in questi casi c'è:
Immaginate un John Wayne nel Far West,che vede un cavallo senza redini, che scorazza senza meta,sconsolato davanti al Saloon,che non vede l'ora di salire in sella.
Pensava di averlo perso il suo purosangue, ormai vecchiotto e stanco di tante battaglie senza aver mai tagliato un traguardo,ed invece Eccolo che si appresta a saltare a bordo,per farlo ripartire,cambiandogli gli zoccoli,comprandogli una nuova sella,lavarlo e lustrarlo come ai bei tempi che furono e dopo aver indossato il suo cappello esclamare al popolo del Saloon:
"Eccomi qua,sono ancora qui!
Ricominciamo da zero anzi da due"
E quei poveri balordi ad ascoltarlo a vederlo ancora là,dopo aver detto che lui di salire in groppa non ne aveva più voglia.
E la cosa assurda è che c'è gente che gli crede ancora,che abbocca ancora come tanti luasi,mente altri,pochi increduli non credono ai loro occhi e si tappano le orecchie per non udire quelle palle spaziali.
Peccato che non sia gia Gennaio,che una bella dose di calciomercato ce la saremmo goduta fino in fondo.
La rosa da 200 milioni comprensiva anche di Biraschi uno che dovrebbe andare a zappare la terra e che fa sembrare Izzo Sergio Ramos,ha anche Laxalt un podista che ai tempi di Jesse Owens forse non avrebbe figurato nemmeno nei Trials del Wyoming.
L'uomo irpino che ha detto ancora No e che lo direbbe pure a Zuckemberg se la moglie cinese gli dicesse che suo Zio vuol investire nel Genoa,probabilmente farà fuori il Pirata che tolta la camicia nera,ha indossato per l'occasione la maglietta bianca,consolandosi con il gioco,il cuore,Izzo da Scampia e Lapadula Mister 13 milioni in fumo e bla bla...
Avessimo avuto Gallazzi che almeno si sarà consolato con il suo Bologna,Nonno Anselmi buono per la Moretti,almeno avremmo avuto la licenza Uefa.
Invece con Capitan Trapassato Remoto ci tocca fare le carte per un corso di paracadutismo e l'iscrizione forse alla Lega Pro.
Perchè come dicono dalle parti di Avellino,"accà nun ce stanno manco l'uocchi pè chiagnere"
Ianna