Dicembre 2018

Zero...Uno assoluto

Autore: 
Ianna

Avete presente quando si va al cinema e non si aspetta non il finale,ma i titoli di coda,per andarsene e guadagnare subito l'uscita?

Un mirto per digerire il Boxing day

Autore: 
mashiro

Il Boxing Day è una tradizione inglese che nell'ottica di copiare quello show che è la Premier League i nostri presidenti non si sono lasciati scappare. 

La Dea è il Genoa

Autore: 
Ianna

Ci voleva il Vate di Grugliasco per far tornare a vincere il Genoa dopo tempo immemore.

Prendi e porta a casa.

Autore: 
mashiro

Radu 6,5:para un rigore, subisce goal su rigore.. Qualche brivido e normale amministrazione.
Biraschi 6,5:partita di lotta e di governo, qualche uscita avventurosa ma sempre sul pezzo.

Romero 6:buona partita dell'argentino che gestisce un match con un giallo preso al secondo minuto.

IL NATALE DEI NOSTRI CAMPIONCINI AFRICANI

Autore: 
delcu

Come quasi tutti i genoani, siamo recidivi.
Abbiamo ricominciato a coltivare una speranza, a far crescere ideali, sogni, possibilità senza curarci del pessimismo che aleggia intorno alla solidarietà, alla passione, all'altruismo.
Semplicemente, seguiamo il nostro istinto e non sappiamo voltare lo sguardo dall'altra parte.

Rubano anche col VAR

Autore: 
layos

Radu 4: sbaglia ancora e molto, colpevole forse sul terzo goal, ma in genarale concede due occasioni alla Roma su tiri molto innocui. Penso che per stare a tranquilli a Gennaio serva un portiere
Biraschi 6,5: fascia da capitano per questo ragazzo romano che sarà stato emozionato nello stadio della sua città ma si disimpegna con buon piglio e tanta grinta, come si conviene ad un capitano
Romero 7: un gigante, solo 20 anni, guida la difesa con grande autorevolezza. Soldi facili per mister "ci ho rimesso 200 milioni".

A ROMA TEMPO PER NIENTE DI BELLO

Autore: 
tidon grifo

E finalmente venne il giorno di Prandelli, nel senso che in verità è il secondo giorno di Prandelli ma speriamo tutti che non debba partire con l’handicap di giocare in dieci.
Si gioca a Roma in un campo dove perdiamo sempre e sempre veniamo sbeffeggiati, e dopo che per una settimana a reti unificate si è parlato solo della crisi della Roma, di partita da ultima spiaggia.
Tutti a parlare della crisi della Roma nonostante la grave crisi europea che stiamo attraversando, alti prelati vaticani, vip del mondo dello spettacolo, attori e attrici hanno dedicato tutta la settimana a disquisire sulla Roma.

Rosso di sera

Autore: 
GiRRed

Radu: 6 Una media fra due parate al limite del prodigioso e un'incertezza grave su tiro da distante che non ci è costata il goal per pura coincidenza e la pessima abitudine di restare inchiodato sulla linea di porta come in occasione del goal di Petagna.
Biraschi: 7 un muro invalicabile, gli unici pericoli arrivano da calcio da fermo. Quando nel secondo tempo Prandelli irrobstisce la difesa sostanzialmente non corriamo più pericoli.
Romero 7: che grande scoperta questo ragazzo, Attento, grintoso, forte fisicamente. Qualche esuberanza eccessiva, ma è un '98. Sarò forse l'unico retaggio positivo dell'esperienza Juric.
Criscito n.g.: un rosso assurdo per un fallo da ammonizione al 10° del primo tempo. Sbaglia uno stop che potrebbe dare il la ad una ripartenza e lo ferma come si deve fare, con un fallo tattico. Non c'è nessuna violenza ne intenzione di fare male, la tacchettata è sui parastinchi. 

Navicella Genoa

Autore: 
Ianna

L'Universo Genoa si arrichisce di nuovi Pianeti,di inesplorate Galassie e di chissà quali altri asteroidi che costelleranno il suo Cielo.
In tre giorni praticamente succede di tutto con il satellite Juric esonerato giovedi sera dopo l'umiliante sconfitta con una squadra di Terza Divisione e con la speranza di non rivederlo più nei nostri Radar almeno per un paio di Anni Luce.
Il Presidente Preziosi,lontano da Genova e da Marassi,arricchisce il suo Palmares di Mangiallenatori,chiamando di fretta in furia l'ultimo degli allenatori disponibili sulla piazza italiana,tolti Oronzo Canà ,Nedo Sonetti e Bortolo Mutti,affidando le sorti del Grifone addirittura all'ex allenatore della Nazionale,un uomo per bene ed educato,in cerca di rilancio per se stesso e per il nostro amato Genoa.

Incornati come d'ordinanza

Autore: 
tidon grifo

Oggi dopo un ciclo in cui Juric doveva solo restare a galla e si era assestato nella media di pareggi in casa e sconfitte fuori, una pura media retrocessione, andiamo a Torino per capire se possiamo fare un salto verso la zona europa che è affollata e piena di squadre mediocri o restare sulla linea di galleggiamento in apnea appena sopra la zona retrocessione.
E la sentenza è: nuova sconfitta, stessa media e zona retrocessione.
Con juric è così si vede sempre lo spettro della B.
E’ stato cosi due anni fa fu cosi l’anno scorso.
C’è coerenza.
Il Toro schiera mezzo Genoa di qualche anno fa, tutti giocatori di punta che hanno vestito la nostra maglia e che adesso vestono la maglia del Torino di Cairo.