Dicembre 2017

Stoppati dal Gasp

Autore: 
mashiro

Perin 6,5: incolpevole sui 2 goal, ci tiene a galla con un paio di parate delle sue.

Izzo 5: ammonito dopo 25 minuti, errorraccio sul goal di Ilicic. Fatica tutta la partita a tenere Gomez e non fa meglio con Ilicic

Spolli 5: le sportellate su Petagna ancora ancora, ma quando è chiamato a dare una mano in impostazione si vedono tutti i suoi limiti.

Zukanovic 5,5:  su Ilicic ancora ancora, su Gomez la differenza di passo è troppo evidente e ci costa qualche rischio di troppo. Non ho rivisto l'azione del goal del pari, spero fosse fallo.

Dea Bendata

Autore: 
Ianna

Un paio di settimane fa,erano venuti ad ammirare il loro idolo addirittura contro il Doria.

IL BALLA MATADOR ALL' ARENA DI VERONA

Autore: 
tidon grifo

Ballardini ha dato del gerovital al genoa come se gli allenatori più scafati detenessero il segreto di lunga vita, anche se a noi serviva solo un piccolo elisir volenteroso che ci tenesse in piedi e ci garantisse la sopravvivenza.
Ha fatto due partite in cui tutto è sembrato girare bene e in due partite ha trovato uno schema da equilibrista nonostante lui non sia un allenatore da difesa a tre.

Ma si è trovato a gestire un sacco di giocatori senza capo né coda, senza sapere cosa farne e nell’immediato serviva equilibrio seppur instabile, in coppa italia ha messo in campo tutte le riserve solo per vedere chi fossero.
E lo stesso schema con undici protagonisti diversi ha funzionato anzi Omeonga in verità dava anche più velocita alla manovra di un Veloso.
Migliore ha dato anche molta più efficacia alle sgroppate di fascia di un Laxalt.

Che sBalla.

Autore: 
mashiro

Perin 6,5: sicuro quando viene chiamato in causa, gestisce con esperienza i tempi per far fiatare la squadra quando soffre incoraggia i compagni e tutto sommato lavora poco. Fortunato a inizio primo tempo sul cross di Verde che poteva diventare un gollonzo.

Izzo 7: non si passa dalle parti del centrale napoletano, ottimo in anticipo, qualche volta è un filo leizoso ma riesce bene a uscire dal pericolo.

Spolli 7,5: ordinato e preciso per 75 minuti, sale in cattedra nel finale: la difesa del fortino è il suo forte, l'argentino da una lezione di caparbietà e tocca tutti i palloni impedendo agli avanti veronesi di colpire a rete.