Settembre 2017

Ricominciamo da Zero

Autore: 
Ianna

Ricordate il gioco della Margherita?
"M'ama non m'ama,m'ama non m'ama"
Sfogliamo il Crisantemo Genoano da InterFlora e recitiamo insieme un verso del Rosario:
"Peggio la sconfitta con il Bologna o la mancata cessione del Genoa?"
Essendo orgogliosamente livoroso e non un lacchè Preziosiano,non c'è dubbio che si sarebbe preferito perdere anche 5 partite di fila,ma togliersi dalla scatole e definitivamente non il "piu grande Presidente del Dopoguerra",ma il piu Grande Bugiardo della Storia del Genoa.
La fotografia di questo Grifone targato 2017-18,che "non può retrocedere"a detta di chi lo ha costruito, è nel calcio d'angolo da cui nata la sconfitta,roba da Mai dire Gol:
Minuto 73:angolo sotto la Nord di Ricci,che appena poco prima da sei metri di piatto destro si divora il più facile dei gol, effettua un cross che non arriva all'aria piccola,ripartenza del Bologna,velo involontario del Predestinato,palla all'ex 35enne senza contratto a Giugno,Laxalt notoriamente piu giovane e veloce,si fa superare dall'argentino che indovina un esterno destro che perfora Perin in uscita.
Più che prendere un gol del genere in uno stadio da calcio, da parte di una squadra professionista da 13 milioni di stipendio a trimestre,la domanda è una altra:

NON E' COLPA VOSTRA

Autore: 
Freddie Beccioni

PERIN 6: Reattivo nel primo tempo su una deviazione di Veloso, lamannico nell'uscita su Palacio. 

BIRASCHI 6: Fa quel che sa, deve e può fare. Cioè una partita da promettente titolare dell'Avellino.

ROSSETTINI 5: Lento nel recuperare la posizione, ammonito per un fallo tanto ingenuo quanto inutile, non riesce nemmeno ad essere leader nei confronti di Biraschi e Zukanovic.

ZUKANOVIC 5,5: Senso della posizione migliore di Rossettini, ma viene saltato dal trentacinquenne Palacio spesso e volentieri. Si propone anche meno davanti.
 

MIRACOLO MANCATO A MILANO

Autore: 
tidon grifo

Un vero furto sportivo ai nostri danni che già siamo danneggiati da una situazione invivibile: oggi arriviamo a san siro come vittime designate, con un recente passato di partite scadenti e insulse in cui abbiamo dimostrato tutta la nostra debolezza, e invece alla scala del calcio riusciamo a tenere testa all’Inter creando anche più occasioni da gol.
Ormai siamo avvinghiati ad una situazione spettrale col vampiro presidente che ci tiene chiusi in un cimitero da girone dantesco in cui con difficoltà riusciamo a respirare e a sorridere, con la trattativa per liberarci da questa orrenda creatura che ogni giorno che passa diventa sempre più una speranza tombale, una condanna eterna a dover subire la presenza di questo mostro succhia-sangue.
Niente è positivo in questo periodo dai giocatori all’allenatore e con questo spirito da disfatta annunciata entriamo al Meazza che normalmente ha un clima nebbioso e spettrale e che invece oggi mostrava un bel sole.

Luci a San Siro

Autore: 
layos

Perin 5.5 quando ha regalato il calcio d'angolo su un tiro velleitario del ragazzino interista ho avuto un brivido lungo la schiena. Di solito quando giochiamo bene e regaliamo un calcio d'angolo paghiamo dazio.
 
Rossettini 6.5 partita impeccabile su un bruttissimo cliente come Icardi
 
Zukanovic 7 il migliore dei difensori, speriamo che non lo tolga più. Quando tornerà Izzo credo che dietro saremo a posto.

A.A.A Allenatore Cercasi

Autore: 
Ianna

Se fino a ieri e da piu dieci anni,quasi tutti i Genoani avevano il sogno di vedere Preziosi vendere prima del Paracadute,di Plusvalenze  e della B, da stasera crediamo che anche l'ultimo dei Mohicani,abbia percepito che il buon soldato Juric,santuario alla mano o meno,sia ormai assolutamente incapace di gestire e di leggere una partita.
 

DUE PUNTI, NO DILIGENCE

Autore: 
layos

Perin 5.5 Un paio di respinte da brividi su tiri non irresistibili, per il resto ordinaria amministrazione e nessuna colpa sul goal
 
Rossettini 5.5 un sacco di sbavature in impostazione e in copertura, non da mai l'idea della tranquillità
 
Biraschi 5.5 vale lo stesso che per Rossettini, nessun errore clamoroso ma spesso in affanno
 

E' un Genoa Pellegri..no

Autore: 
Ianna

Facciamo finta solo all'inizio e per cinque riga,che a giocare non sia stato il Genoa,ma che so,la Pro Patria o la Cenerentola di turno,il Benevento.
Ebbene cosa c'è da scrivere se non che il risultato è giusto e che anzi sotto l'aspetto numerico è stata una vittoria striminzita della Lazio?
Ma dato che a giocare è stato il nostro amato e derelitto Grifone,possiamo pure arrovigliarci sugli specchi,trovare alibi che non esistono ,che forse siamo stati in una occasione soltanto pure sfortunati,perchè su un colpo di testa di Zukanovic la partita poteva pure cambiare e essere addirittura ribaltata.
Ma le partite devono essere guardate e giudicate nell'insieme e senza remore ,occorre riconoscere che siamo stati presi a pallonate,che non abbiamo toccato palla per più di una ora e sopratutto chi era alla guida della squadra non ha saputo trovare le adeguate contromisure,vista la pochezza tecnica della rosa e la mancanza piu volte espressa e rimarcata di un mediano di interdizione,che non poteva essere Cofie ne tanto meno il giovane croato.

IL NULLA, IL BIMBO E LA SCIAGURA

Autore: 
Freddie Beccioni

PERIN 6: Alla sicurezza e all'attenzione fa da contraltare la respinta goffa sui piedi di Bastos per il primo gol. Bravo e fortunato a leggere un tiro a colpo sicuro nel secondo tempo.

SPOLLI 5,5: Nanni Moretti è Lento e malmesso, cerca di supplire con l'esperienza. Poi si fa male e la messa è finita.

ROSSETTINI 5: Sempre saltato in velocità, il suo ruolo non è quello di centrale di una difesa a 3.

ZUKANOVIC 6,5: I suoi limiti si conoscono, però è sicuramente voglioso e porta palla, in avanti è uno dei più efficienti con l'assist vincente per il bimbo e un colpo di testa che un miracoloso Strakosha respinge sulla linea.
 

Piovoso VARiabile

Autore: 
mashiro

Perin 7: incolpevole sul goal, ci mette un paio di buone pezze. Solita sicurezza.

Biraschi 6: prestazione affidabile del centrale romano, pochi fronzoli in impostazioni, bene in fase difensiva.

Rossettini 5,5: patisce parecchio il pressing dell'Udinese e soffre quando è chiamato a inseguire con tanto campo alle spalle.Meglio quando esce Maxi Lopez.

Gentiletti 5: in impostazione è disastroso, sbagliando parecchi disimpegni compresa una rimessa laterale. In marcatura soffre un filo meno.

In Friuli si var(a) un Genoa che fa acqua

Autore: 
tidon grifo

Una partita che può essere riassunta in una frase : in Friuli piove sul bagnato.
E’ un Genoa che sembra assolutamente inumidito dall’umidità viscida di una squadra senza nerbo, una squadra riscaldata a bagnomaria che sembra ricalcare le zuppe indigeste dell’ultimo campionato. E da squadra scadente spesso la fortuna non ti aiuta perché ti osserva e dice: lascio che cada l’oro dal cielo a qualcuno che perlomeno luccichi. Noi siamo totalmente opachi come un ferro arrugginito.

L’Udinese si presenta all’appuntamento con zero punti e con una pessima rosa dopo che Pozzo ha investito tutto nello stadio e ha tralasciato un po’ la squadra.