Maggio 2017

PREZIOSI LASCIA... O RADDOPPIA?

Autore: 
Nemesis

Molteplici segnali indicano che Preziosi abbia davvero intenzione di vendere.
Vabbè, forse non proprio “molteplici”, diciamo meglio “alcuni”, anzi no… in verità uno solo: la sua parola.
Conoscendolo, l’evento più probabile è che venda a se stesso, e speriamo che almeno si faccia pagare un buon prezzo, ma stia attento perché in giro c’è pieno di furfanti.

FINALE DI PARTITA

Autore: 
tidon grifo

Ci presentiamo al Totti Day sornioni e senza fare alcun rumore per  non farci notare. Nessuno sa bene con chi giochi la Roma oggi e tutte le telecamere sono puntate sul malinconico addio del pupone.
Se avessimo perso col Torino oggi saremmo andati In B nell’indifferenza generale, nessuno avrebbe speso una parola sul nostro dramma. Per fortuna nonostante Cairo avesse stanziato una cifra astronomica per mandarci in B, così dice Preziosi, a marassi abbiamo preso il Toro per le corna e la corrida è finita bene, con la Serie A.
Andiamo a Roma si pensa per una gita d’ accompagnamento, una restituzione ecumenica della visita del Papa, con tanto di rosario di Juric che ormai non serve più per le preghiere profane . Portiamo alla benedizione anche un ragazzino, Pietro, al centro dell’attacco, come una risorsa o una plusvalenza futura da svezzare davanti a un olimpico gremito fino all’inverosimile.

LETTERA DEL CANDIDATO PRESIDENTE AI TIFOSI

Autore: 
edoardo

Cari amici Genoani, vi considero tutti cari amici, sia quelli che vengono allo stadio in motorino sia quelli che vengono in bicicletta sia quelli che vengono in auto. Un po’ meno amici quelli che non vengono, ma so per esperienza che la domenica è dura quando la suocera e la moglie si alleano per trascinarti all’Ikea.
Vi informo per inciso che, nel caso, ho l’indirizzo di un mobiliere di Ovada che fa degli sconti molto interessanti ai genoani. Se vi interessa, vi fornisco l’indirizzo a un prezzo d’affezione, che poi reinvestirò subito nella squadra. Anche per la sorveglianza dei motorini e delle bici nella zona del Ferraris posso proporvi tariffe molto concorrenziali.
Torniamo a bomba (si fa per dire, perché ad ogni scoppio di mortaretto nello stadio mi si stringono le budella pensando agli eurini di multa che mi costa.
E voi, che cazzo spendete soldi per bruciarli in uno scoppio, spendaccioni sconsiderati).

BENVENUTO SIGNOR PRESIDENTE

Autore: 
layos

... per prima cosa mi preme ringraziarla, chiunque lei sia, per aver preso in mano le redini e le sorti del nostro amato Genoa, che come spesso è capitato nella sua ultracentenaria storia, ha bisogno di cure e di coccole per tornare a spiegare le ali e far luccicare il pelo.

Nel momento in cui le scrivo non so se lei sia genoano o no, sia italiano o straniero, se sia un ricco industriale o un avventuriero in cordata. Chiunque lei sia, le vorrei spiegare qualcosa rispetto a quello che andrà a fare e al ruolo che andrà a ricoprire.

Non starò a indulgere nella retorica delle tradizioni, del club più antico e l'amore per la maglia e tutta la solita litania delle cose per cui bisogna meritarsi di stare al timone del Genoa e sapere che è un grande privilegio poterlo fare. Non lo faccio perché tutti lo faranno e probabilmente questi discorsi finiranno per andarle a noia.

E Ora Vattene

Autore: 
Ianna

Come a Teatro quando alla fine cala il sipario,oggi al termine della ennesima recita,ci sarebbe voluto uno striscione enorme che avrebbe dovuto coprire tutta la Nord e magari tutto il Ferraris,con il dirigibile Good Year dall'alto ad inquadrarlo, con su scritto a caratteri cubitali e rossi:

E Ora Vattene!

Ed invece da domani o dalla settimana prossima ci sorbiremo per l'ennesima volta le solite litanie,i rituali sproloqui,le ricorrenti scuse e falsità di un uomo,di un presidente il cui solo merito di non aver fatto fallire il Genoa a Treviso,non può compensare i disastri,le pene e le vergogne a cui ha sottoposto una società e una Tifoseria in questi lunghi anni.

Oggi con l'accondiscendente Torino,venuto a Marassi a timbrare il cartellino della presenza come un dipendente statale il venerdi mattina,si è visto un Genoa dignitoso e nulla più.

Hart Save the..Genoa

Autore: 
mashiro

Lamanna 5: nell'unico tiro pericoloso prende goal, nell'unica palla che carambola dalle sue parti uccide un compagno.Pericolo pubblico.

Biraschi 6,5: qualità pochissima, ma grinta e furore agonistico non mancano. Esce per infortunio e forse per la stanchezza, complessivamente buona partita e tanta garra.

Burdisso 6: poche parole, qualche rissa sedata, molti palloni spediti in tribuna. Giocatore d'esperienza speriamo che questa sia la sua ultima al Ferraris.

Gentiletti 6: altro giocatore d'esperienza, non fa grosse sbavature ma ogni tanto fa venire i brividi ai supporter rossoblù con qualche disimpegno un filo troppo naif.

Lazovic 6: alla fine un bell'assist e un paio di discese pericolose le mette anche nel tabellino ma nel corso della partita spesso sparisce o fa scelte che fanno dubitare delle sue qualità, decisivo l'assist per il secondo goal che chiude la partita e la pratica salvezza.

L'ULTIMA CENA

Autore: 
Nemesis


“Uno di voi mi tradirà”… ed io, su chi ha tradito il Genoa, un’idea ce l’avrei; ma prima un’avvertenza: vista la delicatezza dell’argomento, se ne consiglia la lettura a un solo pubblico disincantato.
Da parte mia, per evitare disguidi, scriverò in prima persona singolare, anche perché la seconda è troppo confidenziale, la terza l’usava Mennea, il “noi” coinvolgerebbe tutti, nel “voi” c’è un distacco immotivato, “essi” non si sa chi siano e sembra che la questione riguardi altri.
Ho il dubbio se sentirmi più triste o indignato, e alla fine scelgo tutte e due le cose.
Anzi, ci aggiungo “perplesso”, che è il giusto stato d’animo di chi ha visto sbriciolarsi un vantaggio immenso, simile a quello che Cosmi sperperò nello sbando del suo gruppo.

LA B EN ROSE

Autore: 
tidon grifo

Lamanna 3
È stato l’eroe della partita con l’Inter oggi ha regalato il gol al Palermo ritornando a essere quel ragazzo goffo e un po’ impacciato che conosciamo

Gentiletti 3
Avanza palla al piede ma è una palla al piede per la difesa per la squadra e un po’ per tutti

Munoz 4
Dirige la difesa con autorità presunta che naufraga nell’impotenza totale, il Palermo in contropiede poteva risegnare più volte

GRAMMI COME LA M....

Autore: 
layos

Forse Juric dovrebbe smetterla di dire "è la partita della vita".
Già con il Chievo non aveva portato benissimo.
Succede così che anche con il Palermo facciamo la cassata.
Questa volta, anziché sbagliare il secondo tempo, sbagliamo il primo, ma tant'è e ora il Crotone è a due punti e va già bene che l'Empoli perde a Cagliari, altrimenti non avremmo nemmeno loro a fare da cuscinetto.

SCALA MERCALLI DELLA SOFFERENZA

Autore: 
Nemesis


Ancora non sappiamo come andrà a finire questa disgraziata stagione, ma una cosa è certa: la sofferenza è tornata a trovarci.
Più o meno in questo periodo, in tutti i campionati d’Europa arriva sempre il momento della resa dei conti, e nei bassifondi di ogni classifica si respira la stessa aria pesante della “vita mea contro la mors tua”.
Cicale e formiche, ricchi e poveri, fortunati o sfigati, raccomandati o derelitti ma, qualunque sia la maglia o il blasone, alla fine gli avversari sono sempre gli stessi: Salvezza contro Retrocessione, e per chi perde inizia un’incerta odissea nello spazio, con il timore che Huston sia distratto e che Penelope abbia esaurito la pazienza.