Aprile 2017

iBernazione

Autore: 
Freddie Beccioni

22 aprile 2012 – 30 aprile 2017.
Ad averci ibernati tutti, invece di prendere i cap(r)i  espiatori e relegarli nel girone dei Daspo, di lobotomizzarne qualche migliaio con gadget e parti sinistre, oggi avremmo detto che non era cambiato assolutamente nulla, che è passata solo una settimana e galleggiamo nella stessa merda.
L’infame è sempre al suo identico posto, c’è un uomo di melma seduto ad una scrivania invece che passeggiante in mezzo al campo, un figlio come un altro e una banda di ricchi cristi, piedi scarsi e anime in conto vendita sul manto verde.
 

B...uon viaggio!

Autore: 
mashiro

Lamanna 5: due tiri nello specchio due goal sicuramente non si può dire perfetto il portiere rossoblù.Poco lucido anche nel gestire la palla con i piedi.

Munoz 5: palla al piede è il solito pericolo, in marcatura soffre il giusto.

LA PRESENTAZIONE: "Bassa definizione"

Autore: 
Grifondoro70

Partita decisiva, a quanto pare.
Decisiva poi per cosa non si sa, forse unicamente per proseguire con l'accanimento terapeutico.
Sì perché lo scenario peggiore, quello che sarebbe forse pure meritato, la serie B, odora tanto di sparizione, e a volte ci sono momenti in cui l'idea solletica pure, fine e non se ne parli più.

TRAVOLTI DA UN EUROSTAR

Autore: 
layos

Quando devi giocarti la salvezza e vai in casa della prima in classifica il liet motif è "non sono queste le partite in cui devi fare i punti per salvarti".
La Juve si allena con una squadra in grande turn over (6 giocatori cambiati rispetto al quarto di finale col Barca). Del resto passare da affrontare Messi, Neymar e Suarez a Palladino, Ntcham e Simeone deve richiedere un bello sforzo di concentrazione. 

WAITING FOR CHIEVO

Autore: 
tidon grifo

Lamanna 5
Non aveva sfigurato in modo virtuale visto che i primi tre gol erano imparabili ma poi ha subito anche un gol da Bonucci da centrocampo

Munoz 4
Apre la goleada juventina

Burdisso 3
Si è perduto fra nostalgie argentine e ricordi di grandeur

Gentiletti 5
Non interviene mai in contrasto ma per bilanciare non imposta nemmeno

UN MOSCERINO NELL'UNIVERSO

Autore: 
Nemesis


C’è un sito che la sa lunga, e aggiorna in tempo reale il numero degli abitanti della terra.
Ecco, siamo 7.494.526.932… 33 … 34… 35… accidenti, non riesco a stargli dietro!
Anche oggi 237.000 i nuovi nati e 140.000 i morti, ma che sfinimento ingegnarsi per sfuggire a questa contabilità, qui, esausto, nel mio rifugio blindato con quattro corazze: la rinuncia, la delega, il disincanto e l’ironia.
Più complicato è invece quantificare la diaspora genoana che tra distacco, fastidio e insofferenza sta cercando di sottrarsi all’abbraccio soporifero della mediocrità.

NEWS DAI NOSTRI RAGAZZI AFRICANI

Autore: 
delcu

Altro che “brogeddo”, noi qui nei sobborghi di Malindi, nell’Africa Equatoriale, sono otto anni che lavoriamo sodo e piano piano stiamo raggiungendo obbiettivi che non saranno mai lo scudetto, ma la speranza sempre più tangibile di una salvezza tranquilla dall’inferno della povertà.
Povertà che qui significa non riuscire più a vivere con un euro al giorno come si faceva una volta.

PUNTICINO TUTTO GRINTA

Autore: 
delcu

LAMANNA 6,5: Torna la voglia dei tempi migliori, l'occhio è meno ricciola di fondale, ma il fondoschiena non c'è ancora. Para un rigore ma lo riconsegna al mittente, fa muro su Ciro o' strunz e non può nulla sulla staffilata di un desaparecido.

MUNOZ 6: Non sempre preciso, ma rispetto alle ultime apparizioni è Sergio Ramos.

AMARCORD

Autore: 
mashiro

Direi che non c'è miglior titolo per la giornata di oggi se non questo: si comincia con la contestazione della Nord che per l'occasione rispolvera cori sepolti nel passato sia contro  la squadra che contro Preziosi, si passa per il ritorno di Juric e di un Genoa che ricorda  quello di inizio anno e si conclude con Pandev che ritorna il giocatore determinante del periodo interista.

LA PRESENTAZIONE: "IL SABATO DELL'AQUILA"

Autore: 
Grifondoro70

Se vengono a giocare, ci sarà poco da fare.
Se vengono a far finta, dovranno impegnarsi molto per rendere la cosa credibile.
Direi che la presentazione può pure chiudersi qua.
Mi pagano però un tanto a parola, allora aggiungiamone qualcuna.
E' tornato il discepolo, è tornato il 3-4-3, è tornato il possesso palla e il pressing alto, è tornato Rigoni falso esterno.
Se chiedessimo a Simone Inzaghi e ai vari Lulic, Milinkovic-Savic, Parolo, Keita, Felipe Anderson, Ciro Ignobile, quale sarebbe il loro avversario ideale penso proprio che risponderebbero in coro: una squadra che viene a giocare nella nostra trequarti, con fraseggio prolungato e tentativo di pressing immediato.