Gennaio 2017

LA DOMENICA DEL MARTEDI' : "Viaggio al termine della notte rossoblu”

Autore: 
tidon grifo

Quando tanti anni fa un Preziosi acquistò il Genoa sembrava che un attore scadente di film inguardabili, uno di quelli che avevano ambizione per mettersi in mostra, potesse portare benefici collaterali.
Un simile mostruoso anonimo e gutturale individuo compariva già nelle interviste del Como per esibirsi in gutturali suoni sgrammaticati e cacofonici, non un presidente umbratile e territoriale come Pozzo dell’Udinese ma un avventuriero da film dei Vanzina.

KAFKA E' PASSATO DA FIRENZE

Autore: 
Papillon

Nella domenica in cui la Nord da trasferta si veste del ricordo di due suoi figli volati via troppo presto, il Genoa scende al Franchi di Firenze per cercare di riscattare le ultime deprimenti prestazioni .
Grazie al consueto, "geniale  e lungimirante" operato del migliore dal dopo guerra che, nell’ottica di ottenere sempre il risultato sportivo migliore possibile, ha pensato bene di sgretolare l’ossatura portante della squadra in men che non si dica e, per la nota legge di Mr. Murphy, alla conseguente indisposizione di coloro che, anche se in parte fuori ruolo, potevano metterci una pezza, il "povero" mister si è ritrovato praticamente senza un centrocampo un minimo collaudato e plausibile.

PUNTO DA ORAFI DI PONTEVECCHIO

Autore: 
Freddie Beccioni

Lamanna 5: L'involuzione del persico con lo sguardo da merluzzo è davvero preoccupante. Specialmente nell'ottica Rubinho. Dorme sul primo gol, viene fulminato sul secondo, è mal piazzato sul terzo. Prova anche a conbinarne una per il quarto, ma Ilicic lo grazia.

MUNOZ 6: Dalla sua parte si passa meno che dalla Scandicci di Orban e Laxalt, ma il merito è anche di Lazovic. Scarso come sempre in fase di appoggio, ma volonteroso. 

BURDISSO 5: Ritorno al futuro per Capitan Asado. Precisamente a quando avrà 48 anni. Commoventi i suoi rinvii in tribuna, in perfetta libertà.

LA PRESENTAZIONE: "La porti un mediano a Firenze"

Autore: 
Grifondoro70

Tagliamo subito corto, quando il Presidente detta la linea, non possiamo che uniformarci: volete una presentazione della partita?
E fatevela voi che siete bravi!
Può questo Genoa salvare la ghirba a Firenze?
Le uniche speranze provengono dal versante toscano.
I viola sono una squadra con una qualità tecnica di gran lunga superiore alla media, ma con un'impostazione iberica che a volte, quando il fraseggio diventa stucchevole e non alimentato da un continuo movimento senza palla, si chiude gli spazi da sola.

LA DOMENICA DEL MARTEDI' : Faber est suae quisque fortunae

Autore: 
layos

Qualche anno fa una squadraccia di delegazione che aveva girato il girone di andata a 25 punti pensò di essere salva.
Vendette i suoi calciatori migliori al mercato di gennaio, la squadra entrò in un loop di depressione e confusione e l'esito finale, tragico per loro ed esilarante per noi, fu che piombarono in serie B nonostante perfino il Genoa abbia provato fino all'ultimo a rianimarli regalando un incomprensibilmente arrendevole derby di ritorno, al netto di Ballardini e Boselli che non a caso iniziano per B.

NUNTEREGGAE PIU'

Autore: 
Freddie Beccioni

Forse solo il grande Rino Gaetano avrebbe potuto incastonare in una sola canzone irriverente, trovandoci magari anche spunti di ironia, la situazione attuale del Vecchio Balordo dopo la sconsolante gara casalinga con il suo Crotone.
Lo avrebbe fatto, chissà, alla maniera del suo mitico tormentone che sciorinava uno dopo l’altro nomi e cognomi di uno sfacelo in atto.
Qui in effetti ci sarebbe solo da incazzarsi, più che da ridere o sorridere, da sfilare in piazza più che da ballare ritmi caraibici.
Ma non sono più i tempi, e se Rino è morto trentacinque anni fa, ci sarà un perché.

PRENDI E PORTA A PANDEV

Autore: 
mashiro

Lamanna 5: non da sicurezza al reparto, normale amministrazione gestita con qualche apprensione.

Izzo 6: normale amministrazione non sente la due giorni ospedaliera e controlla con normale amministrazione.

Burdisso 5: lui non fa grossi errori ma la squadra è in difficoltà e la difesa allo sbando la sua leadership non si sente.

Munoz 5,5: un pò meno sicuro di Izzo sia in impostazione che in marcatura.

Edenilson 5: partita pasticciona dell'esterno brasiliano, che sbaglia molto in impostazione nonostante l'impegno.

Rigoni sv: pochissimi minuti per giudicarlo, la partenza era buona e l'intesa con Cataldi sembrava esserci.

LA PRESENTAZIONE: "Soupe et Croutons"

Autore: 
Grifondoro70

La più grossa idiozia che abbia mai sentito da quando seguo il calcio è quella che per uscire dalle secche del campionato di Serie B servano giocatori di categoria.
A parte che ormai nutro seri dubbi sull'esistenza di tale categoria, che una volta invece era ben distinguibile.
Con giocatori di categoria, resti in quella categoria. 

 

BOTTE DA ORBAN

Autore: 
layos

Diciamolo subito, la Lazio è più forte del Genoa e non di poco, soprattutto dopo lo sciagurato mercato di gennaio, sperare di passare due turni in partita secca fuori casa contro Lazio e poi Inter sarebbe stato al limite del paranormale.
In più le due squadre arrivavano da traiettorie di rendimento opposte. In grandissimo spolvero i romani, reduci da 5 sconfitte su 6, e da 6 sconfitte su 7 in trasferta il Grifone malconcio di Juric.

UN MERCOLEDÌ DA GRIFONI ? NO DA BIDONI

Autore: 
tidon grifo

Lamanna 7
Para un rigore e poteva anche risparmiarsi la fatica
Munoz 5
La difesa balla a ogni buh degli attaccanti biancocelesti
Burdisso 4
Nel primo gol si rende ridicolo, ma per il resto si impegna da commediante navigato
Orban 2
Una catastrofe vivente, un difensore da film dell’orrore