Novembre 2016

LA DOMENICA DEL MARTEDI' : Un barbuto nell'Italia di “Volare”

Autore: 
edoardo

Quando a Cuba si affermò la rivoluzione ero bambino.

L’evento finì sulle pagine dei periodici popolari con un taglio più folcloristico che politico. Fiorirono barzellette sui barbudos vittoriosi e si parlò dei rivoluzionari cubani con tollerante sarcasmo.

HASTA LA VICTORIA SIEMPRE, GENOA!

Autore: 
Ianna

Oggi,qui ci vorrebbe un Gianni Brera o un Orhan Pamuk per descrivere una partita che se non sarà Leggenda è sicuramente entrata nella pluricentenaria Storia del Genoa 1893.
A dispetto dei gufi,di chi credeva di pensare solo al Perugia e che per la Juve si trattasse della solita e semplice formalità,un Genoa formato Davide,con le armi del pressing,dei raddoppi e della corsa,ha battuto un Golia stanco, abulico ed apatico dopo la battaglia di Siviglia firmata da Napoleone Clattenburg.

LE PORTE SONO APERTE

Autore: 
RedBlueOysterCult


 

Perin
Sempre pronto quando c’è da cavalcare l’uragano, lasciate che i vostri ragazzi giochino. Non è fatto per le mezze misure.
Voto 6.5

Izzo
Quello che vedo sempre di piu volentieri con il pallone al piede, è finito il tempo di esitare. Una scintilla.
Voto 8

Burdisso
Ninnolo impolverato su una vecchia libreria. Le strade sono campi che non muoiono mai, ammirevole.
Voto 7

LA PRESENTAZIONE: "Tra Win Now e sindrome Djokovic"

Autore: 
Grifondoro70

Dai, un po' di ottimismo.
Cominciamo con le speranze.
La Juventus ha perso solo due partite, entrambe dopo la Champions, entrambe a San Siro contro Inter e Milan, nelle altre due apparizioni post coppa, due vittorie a Empoli e Verona, la prima sbloccata nel secondo tempo ma dominata, la seconda invece molto sofferta, significa comunque che le fatiche di metà settimana, se non altro mentalmente, si fanno sentire.

LA DOMENICA DEL MARTEDI': "Datemi un artista sul prato del Ferraris"

Autore: 
edoardo

 

“Per giocare bene a golf non è indispensabile essere idioti, ma un po’ aiuta”.
Lo disse, a suo tempo, Bernard Shaw.
Si vocifera che fosse solo geloso della moglie, che giocava meglio di lui, ma ci ha azzeccato.
Il golf è lo sport di movimento più pagato al mondo, quindi è anche il più difficile, perché a certi livelli nessuno ti regala niente.
Se il centesimo professionista della lista di merito si porta a casa una decina di milioni a stagione, ci sarà un perché.

SANTISSIMA TRINITA'

Autore: 
Freddie Beccioni

Ecco una bella benedizione dalla città papale.
Sconfitta una e trina, senza farsi mancare nulla: invocazioni, ex-voto ed atti di dolore.
Alla fine di Lazio-Genoa resta solo da invocare la Madonna della Consolata.
Prima consolazione: le nostre dirette avversarie nella corsa retrocessione hanno perso. Empoli, Palermo, Crotone e Pescara sono rimaste dov’erano.
Seconda consolazione: l’infortunio di Pavoletti non sembra gravissimo.
Terza consolazione (del tutto personale, che rimanga nel confessionale) contro i gobbi non vedremo Miguel Prezioso.

CON RIGONI E VELOSO TITOLARI NON SI STRAPPA MANCO UN PARI

Autore: 
tidon grifo

Perin 6
Incolpevole sui gol, forse meno incolpevole sul primo ma è difficile valutarne la responsabilità
Orban 3
Salva nel primo tempo su Immobile schiacciando con le chiappe il pallone ma poi invece di stringere le chiappe nel secondo tempo e aspettare le mosse di Anderson decide di falciarlo spianando la strada alla vittoria laziale. Infine si fa espellere
Burdisso 4
Quando una difesa subisce tre gol significa che l’asado non è venuto alla perfezione

LA PRESENTAZIONE: "Lotitino Sempreinpiedi"

Autore: 
Grifondoro70

Con le quattro pere prese in casa contro la Fiorentina, il 15 Maggio si è chiusa una delle più brutte stagioni dell'era Lotito, non tanto per il piazzamento, ma per la sensazione che restassero solo macerie, i migliori giocatori concentrati su se stessi e con l'idea di cambiare aria, i veterani ormai sul viale del tramonto, scollamento del gruppo e abisso sempre più profondo tra società e tifosi.
L'estate se possibile è andata pure peggio.Accantonato il traghettatore Simone Inzaghi la società aveva individuato in Bielsa l'allenatore della ricostruzione, un uomo di personalità e con un appeal calcistico notevole in grado di tenere unita la piazza, motivare i giocatori e fornire indicazioni importanti per le operazioni di mercato.

LA DOMENICA DEL MARTEDI': "Il futuro non è più quello di una volta"

Autore: 
edoardo

Il problema, oggi giorno, è che il futuro non è come è sempre stato”.
È una frase del grande poeta francese Paul Valéry.
Si riferiva ai suoi tempi, ma figuriamoci oggi.
Non solo il futuro ha contorni incerti e imprevedibili, ma non si sa nemmeno più se ci sarà. In compenso il presente, a guardarlo gratis da lontano, sembra una serata al circo equestre, con un susseguirsi di numeri impagabili.
L’evento più importante di questa settimana senza campionato è senza dubbio l’elezione del 45mo presidente degli Stati Uniti. Che, per come stanno messe le cose a livello internazionale, è anche il presidente da cui dipende il nostro futuro.

LA DOMENICA DEL MARTEDI': "Bancarelle e Boutique"

Autore: 
edoardo

Settimana densa di ricordi e ricorrenze, quella che ha preceduto Genoa-Udinese, grande sfida tra due boutiques mascherate da squadre di calcio. Anzi, tra una bancarella del mercato rionale specializzata in svendite e un negozio di lusso.
Il 2 novembre ricorre l’anniversario dell’assassinio di Pier Paolo Pasolini, una ferita ancora sanguinante, nel 1975, sul corpo di un’Italia contadina, risparmiatrice e bigotta, spinta dalla forza d’inerzia verso la trasformazione in entità laicamente devota al consumo, cinica, individualista e fondamentalmente disperata.