Settembre 2016

LA PRESENTAZIONE: "Timeo Felsineos et dona donantes"

Autore: 
Grifondoro70

Tre partite in casa, nove punti.
Reduce da un pareggio esaltante contro l'Inter a San Siro.
Quarto posto in classifica come ai tempi di Guidolin.
Vigilia di compleanno, il 3 Ottobre saranno 107 anni di storia.
Entusiasmo che non si registrava da tempo e pubblico delle grandi occasioni.
Ovviamente chi può essere il prossimo avversario se non il Grifone, per di più spelacchiato da infortuni e squalifiche?

LA DOMENICA DEL MARTEDI': "Pippo (Pluto) e Paperino"

Autore: 
edoardo

Il nome di Crotone deriva da Kroton, un greco figlio di Eaco.
Quest’ultimo è un personaggio singolare.
Nasce dalla ninfa Egina, che doveva essere veramente figa, tanto è vero che Zeus, per conquistarla, si trasforma in aquila, la ghermisce con gli artigli, se la porta in un’incantevole isola deserta e la insemina.
Spettacolare.
Forse troppo, visto che la moglie di Zeus scopre la scappatella e s’incazza mica male.
Tra i discendenti della stirpe di Eaco si annovera anche il pelìde Achille dall’ira funesta. 

IRATAMENTE

Autore: 
Ianna

"Ho una strana sensazione di peggioramento di cui non so parlare ne so fare domande",canta Giovanni Lindo Ferretti in Irata,un destino,un nome di scena oggi a Marassi.

Due partite in una,due espulsioni casalinghe e due punti persi contro l'ennesima neopromossa che non avrebbe mai pareggiato se almeno avessimo giocato in parità numerica e crediamo anche in una sola inferiorità.

Ed invece come un fulmine a ciel sereno e senza che ci fossero le avvisaglie di una partita violenta che giustificasse la doppia espulsione in un campo da calcio e non su un campo di battaglia,l'ex giacchetta nera ,l'ex divisa gialla,si inventa due rossi,esagerati nella sostanza e determina di fatto il risultato di parità sul campo.
 

E SI SCATENO' L'IRRATIDDIO

Autore: 
tidon grifo

Perin 7
Poco impegnato ma presente
Gentiletti 6 +
Se la cava bene in difesa, con anticipi eleganti e puntuali , è l’unico che nel primo tempo crei in qualche frangente una vaga idea di superiorità numerica e grazie ad un suo anticipo con passaggio smarcante segniamo il vantaggio. Putroppo in nove si fa sfuggire un  mordace pescarese in area e in nove non puoi permettertelo
Burdisso 6
Ci sono parecchie folate improvvise delle ali pescaresi ma la difesa tiene relativamente botta allargandoli, anche se a volte alle loro penetrazioni sembra mancare solo la conclusione

LA PRESENTAZIONE: "4+3+? = ODDO"

Autore: 
Freddie Beccioni

La storia del Genoa insegna che le partite sulla carta meno insidiose, possono diventare incroci pericolosi più di quelli della Settimana Enigmistica o di quelli cantati dal padre del blues Robert Johnson. Tanto più che qui non ci sono di mezzo versamenti di consonanti, o di whisky.
Casomai il versamento al muscolo della coscia di Pavoletti, che unito alla lesione ai flessori, lo terrà fuori per almeno tre settimane.

A' Livella

Autore: 
Ianna

.

"Tutto a 'nu tratto,che veco 'a luntano?
Ddoje ombre avvicenarse 'a parte mia...
Penzaje:stu fatto a me mme pare strano...
Stongo scetato...dormo,o è fantasia?"

Tutto qua o'Napule di Maurizio Sarri alias Don Pietro Savastano?

Sembrava che alla vigilia dovessero fare un solo boccone del piccolo Genoa,

UN GENOA ANEMA E CORE

Autore: 
Freddie Beccioni

PERIN 7: Mattia c’è. Attento, reattivo, provvidenziale specialmente nel primo tempo. L’inutile miracolo su Milik ricorda lo Zoff di Italia-Brasile. Nella seconda frazione è graziato da Insigne, ma non si scompone.
IZZO 6,5: Esce sempre sicuro, un po’ meno quando entra (in area). Mertens gli fa girare la testa ma alla fine girano più le palle al belga.
BURDISSO 6: Nonno parrilla fa il suo dovere. Ma se dobbiamo stare a ringraziare che dia sicurezza alla difesa, che chiami il fuorigioco e che spazzi via il pallone alla viva el parroco, perché non promuovere Munoz o vedere se Biraschi vale un Armandino?

LA PRESENTAZIONE: "L'imbonitore e l'alchimista"

Autore: 
Grifondoro70

Esiste nel calcio italiano, e dire che la concorrenza non manca, un personaggio più squallido, arrogante, indisponente e falso come il mitico Don Aurelio?
Guardati in casa tua, risponderebbero in tanti, ecco, appunto, è proprio per questo che si riesce a riconoscere chiaramente tale soggetto.
Quasi 20 milioni di compensi, erogati in 5 anni, per tutta la famiglia facente parte del consiglio di amministrazione del Napoli, niente male direi, altro che Filmauro e penosi cinepanettoni.

LA DOMENICA DEL LUNEDI': "Un sassuolo nell'oceano"

Autore: 
edoardo

Non si capisce cosa sia un Sassuolo-Genoa giocato nel bel mezzo dell’oceano senza contestualizzare.
Proviamoci.
Vivi in un piccolo villaggio di pescatori, sull’isola di Tenerife.
La tua tana è un loft ricavato sul tetto piatto di un edificio a tre piani, e domina il porticciolo.
Nient’altro intorno.
Dal piccolo promontorio che delimita il paese, alla tua destra, scende giù una larga passeggiata lastricata che serpeggia, seguendo in ripida discesa i contorni del litorale di rocce laviche, fino al molo che delimita il porto. 

CHE SASSUOLATA

Autore: 
layos

Perin: 7 prodigioso in un paio di occasioni incolpevole sul goal (e ovviamente sul rigore). La nota lieta della giornata é che é ritornato.

Orban 5 la partita è complessivamente buona ma pesano gli errori sui due goal. In particolare sul rigore di Defrel si fa aggirare come un principiante.

Burdisso 5,5 buona autorevolezza ma qualche pasticcio di troppo e un paio di angoli regalati.

Izzo 6 a parte una leggerezza all'inizio sul palo di Duncan si disimpegna con disinvoltura

Laxalt 5 male sia in appoggio che in copertura, colpevole sul raddoppio del Sassuolo per la mancata diagonale.