GIRPAGELLONE 2015-2016: PROMESSI E BOCCIATI

Autore: 
GiRRed

Anche quest’anno la redazione dei Grifoni In Rete da i numeri.
Nella stagione delle cessioni sottocosto (Perotti), degli zero che rimarranno zero (Lazovic, Gakpé, Cissokho), dei prestiti che non saranno riscattati e del bilancio naturalmente più in rosso che in blu (salvo che in qualche tasca) svettano le note liete del guaglione Armandino e del bomber Pavolosky, tra i pochi totalmente di proprietà del Genoa e luccicanti nella vetrina della nazionale. Pronti a salutare il Grifone insieme al valorizzato Ansaldi, ipotizzando un’estate di Rincon un po’ come quella di Diego l’anno scorso.
Tra gli splendori effimeri della primavera gasperiniana e le miserie di fischi e fiaschi in Gradinata Nord, ecco per i nostri pagellisti chi ha meritato, chi viene rimandato a settembre e chi al mittente.
Immaginando che, per il decimo anno di fila, i migliori resteranno a Genova solo in mancanza di offerte.
Adeguate, inadeguate, con supercazzola o senza.
Dagli specialisti Red&BlueOysterCult, Layos e Mashiro, ai rincalzi di lusso Tidon Grifo, Edoardo e Papillon, al censore Mister No, con la perla del “guru” tattico Grifondoro, ecco tutti i voti, compresi quelli a dirigenza e tifosi.
A cui potete ovviamente aggiungere i vostri!
 

I sogni muoiono all'alba. Ma forse nascono al tramonto.

Lamanna
Ha avuto la sua occasione.
Voto 6

Ansaldi
La classe non è acqua. Stasera un brodino.
Voto 6

Munoz
Record di permanenza in campo.
Voto 6

Burdisso
Ma ne vogliamo parlare ancora ?
Voto 6

Izzo.
Rilassato.
Voto 6

Tutti a Cogliate!

Autore: 
Ianna

Fa più notizia la sconfitta di Djokovic contro Murray,la vittoria della Danimarca in Overtime con la Repubblica Ceca ai Mondiali di Hockey in Russia,o la sconfitta del Genoa nell'ultima amichevole della stagione 2015-2016?

Niente di tutto questo,perchè la notizia del giorno è il giro di campo di Gasperini al termine della partita,osannato come un San Gennaro a Forcella,un Shankly ad Anfield o un Fergusson a Old Trafford.

ALTRO OTTO MAGGIO DA NON DIMENTICARE PER UN GRANDE GENOA

Autore: 
Freddie Beccioni

“ Se Dio esiste, non ci fa una bella figura”, sosteneva il barista filosofo Galles, creatura di Stefano Benni.
Figuriamoci i doriani.
Ma loro ci sono, purtroppo.
Frutto di incesto sportivo, è tuttora in vita anche la compagine che li rappresenta. 
E’ inutile che ce la raccontiamo: possiamo chiamarli “quellilì”, “rumente”, “scappati di casa”, “ciclisti”, “multicolor”, “diversamente liguri”, “arlecchini servitori di qualsiasi padrone”, “zampedduria” e via dicendo.
Ma non possiamo fingere di ignorarli.
Essi vivono e, anche se in maniera necromicetica e triste, si riproducono.
Come i cani e i gatti che somigliano ai loro padroni, molti hanno le faccie da soriani, cassani, viviani e quagliarelle.
Per loro vale proprio l’opposto del concetto di Dio.
Non c’è mistero, esistono, nonostante sia difficilissimo crederci.
Puoi ignorarli per settimane intere, fingere di non doverci avere mai a che fare.
Poi arrivano occasioni come questa e ti rendi conto che qualcosa là sotto si muove, si agita, pulsa.
L’ineluttabile ti cattura allorché capisci che sarebbe impossibile divorare una nuvola, asfaltare il mare, tirar di sciabola con un’ombra, incularsi l’aria.
 

SUS satecel O

Lamanna 7: è un po' meno aggressivo e sicuro nelle uscite rispetto a Perin, ma fra i pali fa il suo dovere con un paio di parate non semplicissime. Quando non ci arriva lui ci pensa la traversa.

Burdisso 6.5 ci mette cuore ed esperienza anche se ogni tanto sembra un po' in apprensione. Si spende il giallo per stendere Correa lanciato verso la porta

De Maio 6.5 patisce un po' la furbizia di Cassano e la benevolenza di Banti ad abboccare alle sue sceneggiate, però giganteggia fisicamente

Izzo 7: ogni domenica che passa migliora in qualcosa, deve solo levarsi certe volte un po' di supponenza e voglia di strafare. Temo che abbia già il cartellino vendesi.

Ansaldi 8: il leone disintegra il poverò Dodò che passa una domenica più intricata dei suoi riccioli. Non posso pensare che nel derby di andata quest'ira di Dio faceva lo stopper.

8 maggio da ricordare

Autore: 
mashiro

Io sono della filosofia che i derby più che vincerli o perderli è meglio non giocarli.
Anni fa con mio fratello commentavamo che la tensione di un derby non è appagata dalla sensazione che hai vincendolo.
L'8 maggio si gioca l'ennesima,straziante stracittadina della Lanterna.
Straziante per me e per tanti genoani come me che la patiscono.

Speciale Malindi

Dal Muretto

Papillon

Ma lo sai che, leggendo i post dall'alto verso il basso e quindi senza aver ancora visto quello di Namaskar,...

Grifondoro70

Esaltazione e rabbia mi paiono tinte un po' troppo vivaci per un campionato come quello plasmato e condizionato...

tidon grifo

E' una situazione che non si può seguire, il calcio italiano non è quasi più guardabile ,...

Grifondoro70

E' ancora giovane ma come giocatore la penso come te alla prima impressione, non mi esalta.
Niente da...

Namaskàr

Ciao.
Parlando di ambiti un pò diversi dalle nostre "tristezze",mi farebbe piacere un tuo...

Syndicate content

Associazione
Grifoni in Rete

Ultimi commenti

Pagelle Salk - Salk
PERIN 7 Si conferma portiere dalle doti eccezion...
Pagella - giu
PERIN 7,5 Meno male che c'è, ne salva parecchie....
Grazie per il contributo, - GiRRed
Grazie per il contributo, Chiappe. Nonostante lo...
Pagellapelosa - chiappepelose
PERIN - 7.5 Uno dei migliori giovani portieri al...
Concordo con i voti di Mister - caligola68
Concordo con i voti di Mister No, forse avrei dat...